SHARE

Lo sport più seguito al mondo è il calcio. Nessuna discussione a riguardo. Una vera malattia per fanatici e non che in questi giorni di Covid-19 sta creando un polverone mediatico incredibile in vista della probabile chiusura di tutti i campionati in via definitiva, con relative enormi perdite economiche per i club più importanti. Ma nel mondo video ludico? Sarebbe scontato dire che è Fifa, la controparte ufficiale virtuale del soccer a fare da padrone ma la risposta è no.

Il re dei videogiochi sportivi dell’attuale generazione si gioca con una palla, due porte e delle automobili. Si. Avete capito bene! Stiamo parlando di Rocket League, gioco dai risultati di vendita incredibili, frutto di una software house lungimirante che ha stretto accordi con Sony per la distribuzione del gioco attraverso il servizio di PlayStation Plus, a pochi mesi dall’uscita nello store dello stesso.

PlayStation Plus è un servizio in abbonamento offerto da Sony che prevede alcuni giochi in regalo ogni mese per i propri iscritti. Questa partnership ha messo in moto una diffusione a macchia d’olio del gioco che vede oggi milioni di utenti in tutto il mondo sfidarsi fra le varie modalità che offre il titolo sportivo in questione.

Veri e propri tornei mondiali, con premi dai valori altissimi, stanno prendendo vita ovunque, soprattutto in questi mesi di costrizione domestica da Coronavirus.

2 vs 2, 3 vs 3, 4 vs 4 su diverse arene dalle più disparate ambientazioni che faranno da cornice ai serratissimi match all’ultimo gol o, nello specifico di Rocket League, all’ultima “svolazzata”.

Non mancano centinaia e centinaia di personalizzazioni, fra carene per le diverse automobili, ruote, colori, adesivi, antennine e simpatici gadget da trasportare sul proprio tettuccio, per incrementare il desiderio degli utenti di giocare e giocare centinaia di partite a stagione. I premi infatti si sbloccheranno seguendo uno schema a livelli; ogni tot. Punti, l’utente sbloccherà l’oggetto, a scalare, sempre più rari e unici. Oppure, sbloccherà delle speciali chiavette che serviranno ad aprire loot box casuali con oggetti sempre più rari e unici, dando vita a veri e propri mercatini di scambio fra utenti.

Ma torniamo al discorso competitivo.

Game Over Club, è uno dei tanti punti di ritrovo Italiani che da vita a molteplici tornei, nel tentativo di riunire le community di giocatori fra loro ma soprattutto nel tentativo di scoprire veri e propri talenti da far entrare nella propria scuderia E-Sport, perché Rocket League è attivissimo sotto l’aspetto degli E-Sport, con tornei ufficiali annuali organizzati dalla Software House stessa.

Quindi, se volete entrare nel mondo degli E-Sport e volete farlo tramite Rocket League, rimanete sintonizzati sulle nostre pagine o su quelle di Game Over Club per conoscere le date del prossimo torneo di Rocket League!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.